XIII edizione della “Florence Biennale. Mostra internazionale d’arte contemporanea e design”

E’ stata inaugurata ieri, sabato 23 ottobre, alla Fortezza da Basso di Firenze la XIII edizione della Florence Biennale. Mostra internazionale d’arte contemporanea e design.

comunicato stampa :

Per questa 13ma edizione della Florence Biennale, separata dalla precedente dai difficili anni di lotta alla pandemia mondiale di Covid, è prevista la partecipazione di 465 espositori, tra artisti e designer provenienti dai cinque continenti che mostreranno le loro realizzazioni e parteciperanno al concorso per aggiudicarsi il Premio “Lorenzo il Magnifico” (per l’arte) e il Premio “Leonardo da Vinci” (per il design), secondo il giudizio della giuria internazionale che sarà formata per l’occasione, e altri premi speciali.

Il tema della XIII edizione della Florence Biennale  “Eternal Feminine – Eternal Change. Concepts of Femininty in Contemporary Art and Design” – stavolta si incentra sull’universo policromo e multiforme della femminilità, che verrà analizzato e sviscerato nelle sue molteplici sfaccettature, muovendo in due direzioni ben precise.

Da una parte, l’idea di femminilità nella sua essenza immutabile, capace di ispirare alcune tra le creazioni artistiche e letterarie più importanti della storia dell’umanità e che origina dal culto primordiale della Grande Madre per giungere fino a Beatrice di Dante Alighieri e al “Femineo eterno” (ossia l’Eterno Femminino) di Goethe: l’idea della femminilità come riflesso della divinità, come amore spirituale che solca i confini del tempo, come fonte di purificazione ed elevazione, e come forza dell’universo che tutto forma e tutto sostiene.

Dall’altra parte, l’idea del mutamento perenne che caratterizza il mondo contemporaneo e che investe anche la femminilità, in perenne trasformazione grazie alla spinta di movimenti sociali e culturali come quelli che si sono sviluppati attorno ai femminismi e alle comunità LGBTQ+. Dalla rivoluzione sessuale degli anni Sessanta alle battaglie per le pari opportunità, fino al dibattito sulle identità di genere, sono innumerevoli gli stimoli che hanno portato a ridefinire il concetto di femminilità, aumentandone ancor di più la complessità e la multidimensionalità.

I premi

I nomi dei destinatari dei premi alla carriera (“Leonardo da Vinci” per il Design e “Lorenzo il Magnifico” per l’Arte), che saranno assegnati durante la XIII edizione della Florence Biennale sono quelli della celebre stilista e attivista inglese Vivienne Westwood,

dell’artista piemontese Michelangelo Pistoletto, esponente della cosiddetta “Arte povera”

e del fotografo milanese Oliviero Toscani.

Sempre nell’ambito della XIII edizione, domenica 24 ottobre alle ore 18 nell’area teatro del Padiglione Spadolini, è prevista la consegna anche di speciali premi “Lorenzo il Magnifico” del Presidente che andranno alla 28enne visual artist ungherese Flora Borsi, nota a livello mondiale per la serie di iconici autoritratti con gli animali,

e all’illustratore australiano Jim Tsinganos.

Entrambi gli artisti saranno “Guests of Honour” della XIII Florence Biennale, in quanto vincitori di un concorso internazionale realizzato in collaborazione con Art Market Magazine e Lens Magazine. I lavori dei due artisti sono stati scelti per l’immagine-coordinata dell’intera manifestazione. Altri premi “del Presidente” e “alla carriera” andranno a Max Casacci (fondatore dei Subsonica) e alla scultrice Paola Crema (in questo caso si tratta di un riconoscimento alla memoria).

La XIII Florence Biennale ospiterà nel Padiglione Cavaniglia della Fortezza da Basso lo special concept curato da Fortunato D’Amico con le installazioni di oltre 60 artisti, selezionati in chiave interdisciplinare e multiculturale, i quali si sono impegnati a realizzare opere  individuali e collettive, sul tema della mostra: Eternal Feminine | Eternal Change. Concepts of Femininity in Contemporay Art and Design.

L’opera di Michelangelo Pistoletto e Angelo Savarese, La Bandiera del mondo – 1+1=3, che occuperà lo spazio centrale del padiglione, e che verrà composta attraverso una performance collettiva, è il simbolo di questa nuova consapevolezza di responsabilità,  esorta a «pensare globalmente agire localmente, ad amare le differenze per salvare il femminino che accoglie tutte le biodiversità: il pianeta Terra».

Alla XIII Florence Biennale si potranno ammirare anche alcune opere dello scultore toscano Andrea Roggi . Come per le opere degli altri artisti presenti, anche quelle di Roggi sono incentrate sul tema della femminilità.

Davvero inressante la  mostra “ADI Design Museum in Toscana – 1300 km di design”, curata da ADI Delegazione Toscana, che porta all’attenzione dei visitatori di Florence Biennale alcune delle eccellenze del Made in Italy.  

fino al 31ottobre 2021

testo : comunicato stampa

immagini : Andrea Paoletti © 2021

                                  All images used on this website are copyrighted

Installation Art “The Wave” by Ludovica Sitajolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...